due volte nello stesso fiume

by La Belvert

/
  • Streaming + Download

    Includes high-quality download in MP3, FLAC and more. Paying supporters also get unlimited streaming via the free Bandcamp app.

      name your price

     

1.
04:42
2.
05:05
3.
4.
04:04
5.
6.
7.

about

La sensazione pura è la dimensione in cui l'ascoltatore ci incontra. E' lì che ci afferra, tra Africa, traslochi e altri mondi, mentre noi siamo alla ricerca di ambienti sonori evocativi, in un approccio che è come quello di un neonato in esplorazione che si mette in bocca ogni cosa che trova, mescolando suoni, generi, parole di lingue diverse.

A Ovest si raccolgono le tracce dei primi incontri tra le quattro personalità, in un sound pieno e libero di essere felicemente multiforme più che teso a definirsi e darsi un nome.
Andando verso Est si percorrono vie diverse, in formazioni di viaggio inedite, affluenti che per un po' scorrono parallelamente al Rio centrale: ipotesi di evoluzione, composizioni libere dalle parole, esperimenti in casa, nuovi strumenti domestici e suoni extra-musicali.

Pure sensation is the dimension in which the listener meets us. It is there that they can catch us, somewhere between Africa, house-movings, and other worlds, as we search for evocative sound environments in the way that a newborn explores by putting into his mouth every thing he finds: mixing sounds, genres, words from different languages.

To the West are gathered traces of the first encounters between the four personalities, with a sound that is full and free to be happily eclectic rather than being concerned with defining itself or giving itself a name.
Heading Eastward, different paths are travelled in the form of unknown journeys, combining as they flow parallel to the Main River for a while: hypotheses of evolution, compositions free from words, home-made experiments, new household instruments and extra-musical sounds.

credits

released June 19, 2014

La Belvert are:
Edoardo Segato: lead vocals, acustic guitar (with one different string in one song), noises&animals, samples, throat singing;
Enrique Spacca: lead vocals, detuned piano and keyboards, sighs, noises, throat singing;
Federica Furlani: back vocals, viola, violin, tinkerbell, turkey, samples;
Carlo Gorio: back vocals, drums, percussions, shakers, vibraslap, classical and acustic guitar solos, groove.

Nowadays also Mattia Davide Amico is part of La Belvert

Lyrics by La Bevert and Federico Spacca

OVEST:
Recorded and mixed by Francesco Ferrari and Francesco Cego at Frigo Studio.
Mastered by Lorenzo Cela at Wayout Studio.

EST:
Recorded by La Belvert at home, mixed by Mattia Davide Amico.
Mastered by Giulio Soldan at Wayout Studio.

Milan & Berlin 2013/14.
PRODUCED & DISTRIBUTED by Marjucha Sound music label.

Art work by
Enrique Spacca

Printed by Laboratorio Zeta (Mattia Tramonti e Mattia Pasquali)

Thanks to our first identity Edencafé, our families, housemates and friends from this and other countries, for supporting us in these and past lives, Hideki, Susanna, Linda, Elena, Mattia Davide Amico, our manager Lorenzo Formiconi and our occult manager, Marjucha Sound music label, Officine Tesla, Kebab La Fata, Musicraiser, Enrico Gabrielli for the “pinch of salt”, i Grandi Manzi Marini, Charlie’s parents for feeding us so well...and not thanks to Google Hangouts algorithms.

La Belvert is a fox hunting herself.

tags

license

all rights reserved

about

La Belvert Milan, Italy

La Belvert è un organismo che solitamente assume la forma di un quartetto musicale.
Quando suona spazia tra concerti domestici, i palchi e la strada, improvvisazioni e set elettroacustici, manie di collezionismo e riutilizzo sonoro.
C'è curiosità per il suono, l'immagine, la performance, il teatro.

Dietro il sipario una giungla di idee,
nel canto un richiamo d'uccello esotico.
... more

contact / help

Contact La Belvert

Streaming and
Download help

Track Name: altalena
L'altalena può portarci lontani
come fossi nuvola io quasi ti sfioro
la fatica di battere le mani

quando resti in aria
quando torni giù
quando tornerai giù

Mille giorni ancora chi ricorderà?
Una giravolta intera per tornare qua

L'altalena sa essere pericolosa
sbatterai la testa contro il temporale

se rimani in aria
se ritorni giù
se ritornerai mai giù

Mille giorni ancora che vivremo qua
in epoca futura cosa si dirà
di quest'altalena?

Le città che bruciano dentro al mio respiro
scegliere un partito nella dittatura
ma contro chi sarà la guerra?

Mille giorni ancora chi ricorderà?
Quante giravolte ancora per tornare qua?
Ma di chi sarà, di chi mai sarà la Terra?
Track Name: cambierà
Il mondo cambierà
e cambierò io
anche se fosse l’ultima strofa

non vedrai mai due fulmini cadere sullo stesso albero
non ci si può bagnare per due volte nello stesso fiume
cambierà
se cambierò io

e sarà un pianto e sarà gioia
cambierà
cambierà questo vento folle
ed il sussurro pazzo d’un ammalato

e sarà un sussulto
ma cambierà

ירח מאיר בשמיים כחולים

Tutto cambierà
il modo di amare
la percezione del tempo
il modo di vedere le cose.

cambierà la mia pelle
cambierà la terra
cambieranno le stelle
cambierà il nostro sole.

cambierai tu
se cambierò io

come il salto di un giocoliere
cambierà
cambierà il nostro folle sguardo
e quel che abbiamo fatto a questa vita

e sarà un sussulto
ma cambierà

ירח מאיר בשמיים כחולים
Track Name: tango loco (il tango del trasloco)
Ci son quattro cose rimaste in casa
sedevo in poltrona a scrivere il diario
tra mobili ed orologi rotti a caso
piangevo sui relitti dell'inventario

fuori alla finestra vi era gente che applaudiva divertita
le piroette di scimmiette emo e punk
quando il corteo della nostra bella compagnia
prese tutto dalla casa, la casa della nostalgia

ma la nostalgia non è quel che la gente crede
ascolta il muro e lascia perdere le crepe
che l'impronta della vita si farà sentir di più

delle questioni pratiche
delle bollette inutili
di quel tuo stato fisico

e corri e corri e corri che non c'è più tempo per pensare
se vuoi portare a giro il grave peso di un trasloco
perché negli angoli tetri della tua gattabuia
ci son gli occhi di un felino
gli occhi del destino

di un grosso affanno svengo
non sono più un vero uomo
dimmi, se ti tengo cosa ne ricevo in cambio?
balliam questo tango di sogni e sentenze d'altri dì
e se non lo fai pentiti

le macchinette del caffè eran rotte tutte e tre
il lampadario in cucina, il divano, l'armadio, la presa, la sedie, il bidè
ma in questa casa d'artisti una speranza è rimasta intatta
che la prossima casa abbia una terrazza
una vista sul mondo più esatta.

di un grosso affanno svengo
non sono più un vero uomo
dimmi, se ti tengo cosa ne ricevo in cambio?
balliam questo tango di dubbi e speranze d'altri dì
e se non lo fai pentiti

balliam questo tango e se te ne vai chiamami
balliam questo tango e se traslochi

in questa casa d'artisti una speranza è rimasta intatta
che la prossima casa abbia una terrazza
una vista sul mondo più esatta
Track Name: terre di passaggio
ajulellaH
Track Name: miglia al vento
e lo sai
i musei non sono ancora aperti
non trovano abbastanza artisti
son tutti andati a disegnare te.

e lo sai
sentivo un peso sulla schiena
un addensarsi di pensieri
pensavo fosse tutto al termine
e invece sono qui a pensare a te

e lo sai
mi mancano le piccole città
mi manca anche Milano
l'odore del caffè americano
settanta miglia al vento
e le ottanta volte all'ora te

e lo sai
i musei non sono ancora aperti
non trovano abbastanza artisti
Track Name: torri di babele
אני רוצה שלום עולמי

Arrivano
miriadi di genti
con le loro astronavi
dopo voli interminabili

guarda quelle montagne
e quelle foreste
tutti questi bei colori
ma che bel posto

desiderano la pace sulla terra
ma trovano solo strani esseri in guerra

crollano le torri di Babele
crollano sulle strade di Israele


cadono
le stelle dal cielo
si posano sull'erba
e crescono
ma le armi no, non si riposano mai
né hanno pietà alcuna
così poca è la luce

crollano le torri di Babele
crollano sulle strade di Israele

אני רוצה שלום עולמי